Principali proprietà periodiche: elettronegatività, raggio atomico, energia di ionizzazione, metalli e non metalli, gruppi principali

Grandi Guys, in questo paragrafo vediamo le principali proprietà periodiche degli elementi chimici!

Benvenuta/o alle prime lezioni di questo corso di chimica.

Ti chiedo di avere un po’ di pazienza…si tratta delle prime lezioni realizzate e quindi, in alcuni casi, potresti trovare qualche “difetto” tecnico…ma vedrai che nei prossimi capitoli troverai tutto decisamente migliorato.

In questo paragrafo del corso di chimica vediamo insieme le principali proprietà periodiche degli elementi chimici.

Iniziamo subito!

Elettronegatività

La prima proprietà periodica che vediamo in questo paragrafo del capitolo tavola periodica è l’elettronegatività, che rappresenta la tendenza di un atomo ad attrarre a sé gli elettroni. 

L’opposto dell’elettronegatività è l’elettropositività, correlata alla capacità di un atomo di donare elettroni.

Il termine elettronegatività fu introdotto da Jöns Jacob Berzelius nel 1811,sebbene il concetto fosse noto anche prima e fosse stato studiato da molti chimici tra cui Amedeo Avogadro.

Nonostante la sua lunga storia, una scala di elettronegatività fu proposta solo nel 1932, quando Linus Pauling nello sviluppare la teoria del legame di valenza propose una scala di elettronegatività basata sulle energie dei legami.

Raggio atomico 

La seconda proprietà periodica che vedremo è il raggio atomico di un elemento, esso è una misura delle dimensioni dei suoi atomi. Il raggio atomico aumenta scendendo lungo i gruppi della tavola periodica.

In generale nella tavola periodica il raggio atomico diminuisce quindi lungo il periodo e aumenta lungo il gruppo, vedremo insieme il perchè…

Energia di ionizzazione

La quarta proprietà periodica che analizzeremo in questo capitolo del corso di chimica è l’energia di ionizzazione.

Si definisce energia di prima ionizzazione l’energia, espressa in Kcal/mol (o KJ/mol), necessaria per strappare a un atomo il primo elettrone. L’atomo che perde l’elettrone, mantiene inalterato il numero di protoni del nucleo e assume una carica positiva.

Si definisce energia di seconda ionizzazione l’energia, espressa in Kcal/mol (o KJ/mol), necessaria per strappare a un atomo il secondo elettrone e così via…

Metalli e non metalli

Come distinguere metalli e non metalli sulla tavola periodica? Molto semplice!

Basta individuare la linea di separazione di metalli e non metalli, i metalli si trovano a sinistra di tale confine, gli elementi a destra sono invece i non metalli.

I metalli sono elementi chimici, costituendo una delle tre categorie in cui tali elementi sono suddivisi, insieme a quella dei semimetalli e a quella dei non metalli.

Quando un metallo si lega all’ossigeno può dare luogo a ossidi basici (es: Na2O, CaO).

Un metallo è un materiale conduttore di calore e di elettricità, capace di riflettere la luce, dando luogo in tal modo alla cosiddetta lucentezza metallica e spesso presenta buone caratteristiche di resistenza meccanica.

non metalli al contrario sono cattivi conduttori di calore ed elettricità e sono opachi (non lucenti).

Tutti i non metalli si trovano nell’angolo a destra della tavola periodica, con l’eccezione dell’idrogeno, che si trova in alto a sinistra e che si pone di norma insieme ai metalli alcalini, ma si comporta di solito come un non metallo, per tale motivo viene trattato su alcuni testi scolastici come metallo, in altri casi come non metallo.

Gruppi principali

Per gruppi principali degli elementi chimici si intendono generalmente i gruppi indicati con i numeri romani, che quindi comprendono gli elementi del blocco s e p, tali elementi rispettano la regola dell’ottetto.

Sono esclusi dai gruppi principali gli elementi di transizione.

Per essere più precisi esistono tre diverse convenzioni di numerazione per i gruppi chimici.

La più recente, dal 1990 raccomandata dalla IUPAC, utilizza i numeri arabi per identificare tutti i gruppi della tavola (da 1 a 18), mentre la vecchia numerazione IUPAC e la numerazione CAS utilizzano i numeri romani e le lettere A e B.

Nella vecchia numerazione IUPAC la lettera A si riferisce alla parte sinistra della tabella e la lettera B a quella destra; invece nella numerazione CAS la lettera A si riferisce agli elementi del gruppo principale e la lettera B agli elementi di transizione.

Bene, ora che abbiamo visto gli argomenti del paragrafo tocca a te!

Sei pronto per entrare nel mondo delle proprietà periodiche con questo corso di chimica? Bene, allora togli ogni distrazione, spegni il cellulare e riguarda i video più volte finchè tutto non sarà chiaro.

Qui hai tutto quello che ti serve per iniziare bene il tuo percorso nel mondo della chimica e andare a the next level più velocemente.

Ora non perdere altro tempo e guarda questa lezione fondamentale.

Al tuo successo.

Un abbraccio,

Jessica

1
Elettronegatività
3 minuti
2
Raggio atomico
2 minuti
3
Energia di ionizzazione (potenziale di ionizzazione)
3 minuti
4
Differenza tra metalli, non metalli e semimetalli
4 minuti
5
Gruppi principali della tavola periodica – quali sono?
1 minuto

Questa sezione al momento non è attiva

aggiungi alla lista dei desideri
iscritti: 80 studenti
durata: 16 minuti
livello: scuole superiori